La disciplina dell'IVA in Germania

L'Iva tedesca

In Germania l'iva si chiama Umsatzsteuer. Il tasso percentuale ordinario è il 19%. L'aliquota ridotta è del 7%.

>>Torna agli articoli

Letteralmente l'IVA tedesca, ricordando che in italiano l'iva è l'imposta sul valore aggiunto, dovrebbe tradursi con il termine MwSt. ("Mehrwertsteuer"). Dopo l'armonizzazione del 1967, nonostante questo termine sia rimasto assai diffuso nella prassi, sarebbe tuttavia pił corretto utilizzare il termine USt. ("Umsatzsteuer"), intendendosi con questa espressione l'imposizione fiscale percentuale sul ricavato dello scambio di prestazioni tra soggetti. L'Iva tedesca è regolata dalla legge tedesca UStG (Umsatzsteuergesetz), una legge che oggi, a causa della crisi economica mondiale, molti vorrebbero modificare, ritenendo che una riduzione dell'iva possa essere una misura efficace di sostentamento dell'economia e dei consumi.

Il tasso percentuale dell'iva in Germania

Dal 1 Gennaio 2007 la Germania ha adottato un aumento dell'IVA, la cui percentuale è passata dal 16% al 19%. Esiste tuttavia anche un'aliquota ridotta, che normalmente è del 7%. In tale categoria possono rientrare:

  • - La fornitura ed il commercio di generi alimentari
  • - il latte e le bevande al latte
  • - la fornitura di giornali e riviste
  • - il trasporto pubblico, in alcuni casi (nei cd. tragitti "corti")
  • - alcune relazioni giuridiche e commerciali in materia di diitto d'autore.
  • - l'attivitą dei dentisti e categorie affini
  • - il costo al pubblico dell'entrata di teatri, concerti e musei. Tuttavia, anche alcuni aspetti della produzione cinematografica tedesca sono sottoposti ad un regime iva agevolato.
  • - le attivitą di alcuni enti di utilità collettiva