Lavorare in Germania: il contratto di lavoro

Intervista

Intervista con Mario Prudentino, un avvocato di Amburgo specializzato nel diritto del lavoro tedesco.

1) Il diritto tedesco effettua delle distinzioni tra lavoratori nazionali, europei ed extraeuropei?

Sì, un lavoratore italiano può essere un lavoratore distaccato dalla società madre, oppure un lavoratore italiano che viene a vivere in Germania, entrando così nel mondo del lavoro tedesco. Nel primo caso c’è da chiarire il suo stato previdenzialistico e lavoristico: cosa succede con il vecchio contratto in Italia, con chi stabilisce un nuovo contratto di lavoro in Germania, dov’è assicurato etc. Nel secondo caso invece il lavoratore italiano è semplicemente uno fra tanti lavoratori, che in qualche modo deve essere competitivo sul mercato del lavoro. In quel caso, le conoscenze linguistiche sono decisive.

2) Quali sono gli aspetti giuridici rilevanti per coloro che decidono di lavorare in Germania?

Un lavoratore che decide di lavorare in Germania deve sicuramente rendersi conto della diversità culturale nel mondo del lavoro. Ci sono vari punti che distinguono il mondo del lavoro tedesco da quello italiano, che vanno ben studiati e rispettati reciprocamente.

3) Come si differenzia il licenziamento in Germania dal licenziamento in Italia?

La differenza non potrebbe essere maggiore, in Germania non esiste una qualsiasi norma che possa essere paragonata all’art. 18. La differenza è dovuta al fatto che storicamente nella Germania del dopoguerra i rischi sociali, principalmente quello del licenziamento e quindi della disoccupazione, sono stati sempre ammortizzati dallo stato, mentre in Italia il rischio della disoccupazione era regolato all’interno del mondo del lavoro, si pensi appunto all’art. 18 oppure al TFR pagato alla fine del rapporto di lavoro, che ha anche una ragione previdenzialistica.

4) Esiste in Germania l'art. 18?

No, non esiste niente di paragonabile. Come già descritto, la disoccupazione viene ammortizzata tramite il paracadute sociale.

5) Come valuta il mercato del lavoro in Germania rispetto al mercato del lavoro in Italia?

No, non esiste niente di paragonabile. Come già descritto, la disoccupazione viene ammortizzata tramite il paracadute sociale.

5) Come valuta il mercato del lavoro in Germania rispetto al mercato del lavoro in Italia?

Il mercato del lavoro in Germania è sicuramente molto vantaggioso per coloro che, con le dovute conoscenze linguistiche, riescono a diventarne parte. Diciamo che l’impatto della crisi mondiale in Germania è stato, almeno al momento, ammortizzato abbastanza bene. L’industria cerca p. e. disperatamente lavoratori specializzati.

6) Parliamo ora del contratto di lavoro in Germania. Quali sono le principali tipologie di contratti lavorativi tedeschi?

Le principali tipologie del contratto di lavoro in Germania sono i contratti a tempo indeterminato e determinato. Si riscontrano poi i contratti con i liberi professionisti, più o meno paragonabili ai co.co.pro, i contratti di collaborazione a progetto.

Grazie per lŽintervista!